HOME
cerca nel sito: categoria:
Rete Job | Candidati | Aziende | Formazione | Notizie dal Servizio | Links | Mappa | Contatti | Guida al portale
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)
Job Center
Centri per l'impiego e la formazione
Pesaro
Urbino
Fano
Punti informalavoro
Interpretazioni Normativa e circolari provinciali
Apprendistato professionalizzante e piano formativo individuale

Le regole del nuovo collocamento
Il lavoro a domicilio

Inserimento Disabili
Legislazione vigente
Descrizione Del servizio e suo funzionamento

Download Modulistica
Apprendistato professionalizzante e piano formativo individuale
Contratto di inserimento: moduli
dichiarazione atto notorietà
convenzione ditte private legge 68/99
richiesta di agevolazioni l.68/99
sospensione obblighi occupazionali L. 68/99
domanda di avvio procedura per mobilit per ditte con pi di 15 dipendenti legge 223/91
Modello di richiesta di personale
Il lavoro a progetto
Richiesta di esonero parziale legge 68/99

Home > Aziende - Inserimento mirato disabili > Legislazione vigente

Legislazione vigente

DISABILI E DIRITTO AL LAVORO L.68/99

A CHI È RIVOLTA

"Norme per il diritto al lavoro dei disabili"

Legge 12 marzo 1999, n. 68

Essa  si applica:

a) alle persone in età lavorativa affette da minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali e ai portatori di handicap intellettivo, che comportino una riduzione delle capacità lavorative superiore al 45 per cento, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell'invalidità civile in conformità 0110 tabella indicativa delle percentuali di invalidità per minorazioni e malattie invalidanti approvato, ai sensi dell'articolo  2 del decreto legislativo 23 novembre 1988, n. 509, dal Ministero della sanità sulla base della classificazione internazionale delle menomazioni elaborata dalla Organizzazione mondiale della sanità;


b) alle persone invalide del lavoro  con un grado di invalidità superiore al 33 per cento, accertata dall'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali (INAIL) in base olle disposizioni vigenti;


c) alle persone non vedenti o sordomute, di cui alle leggi 27 maggio 1970, n. 382, e successive modificazioni, e 26 moggio 1970, n. 381, e successive modificazioni;


d) alle persone invalide di guerra, invalide civili di guerra e invalide per servizio con minorazioni ascritte dalla primo all'ottavo categoria di cui alle tabelle annesse al testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra, approvato con decreto del Presidente dello Repubblica 23 dicembre 1978, n. 915. e successive modificazioni.


AZIENDE INTERESSATE

I datori di lavoro pubblici e privati sono tenuti od avere alle loro dipendenze lavoratori appartenenti alle categorie di cui all'articolo 1 nella seguente misura:


a) sette per cento dei lavoratori occupati. se occupano più di 50 dipendenti;


b) due lavoratori, se occupano da 36 o 50 dipendenti;


c) un lavoratore, se occupano da 15 a 35 dipendenti.


2. Per i datori di lavoro privati che occupano da 15 a 35 dipendenti l'obbligo di cui al comma 1 si applica solo in coso di nuove assunzioni.


3. Per i partiti politici, le organizzazioni sindacali e le organizzazioni che, senza scopo di lucro, operano nel campo della solidarietà sociale, dell'assistenza e dello riabilitazione, lo quota di riserva si computo esclusivamente con riferimento 01 personale tecnico-esecutivo e svolgente funzioni amministrative e l'obbligo di cui al comma ] insorge solo in caso di nuovo assunzione.


4. Per i servizi di polizia, dello protezione civile e dello difesa nazionale, il collocamento dei disabili è previsto nei soli servizi amministrativi.


GLI INCENTIVI PER CHI ASSUME


a) lo fiscalizzazione totale, per la durata massima di otto anni, dei contributi previdenziali ed assistenziali relativi ad ogni lavoratore disabile che, assunto in base allo presente legge, abbia una riduzione dello capacità lavorativo superiore 01 79 per cento o minorazioni ascritte dallo prima allo terzo categoria di cui alle tabelle annesse al testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra, approvato con decreto del Presidente dello Repubblica 23 dicembre 1978, n. 915, e successive modificazioni; lo medesima fiscalizzazione viene concessa in relazione ai lavoratori con handicap intellettivo e psichico. assunti in base allo presente legge, indipendentemente dalle percentuali di invalidità, previo definizione do porte delle regioni di criteri generali che consentano dì contenere gli oneri a tale titolo nei limiti del 10 per cento della quota di loro competenza a valere sulle risorse annue di cui 01 comma 4 e con indicazione delle modalità di utilizzo delle risorse eventualmente non impiegate:


b) lo fiscalizzazione nello misura del 50 per cento, per lo durata massima di cinque anni, dei contributi previdenziali ed assistenziali relativi ad ogni lavoratore disabile che, assunto in base alla presente legge, abbia una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67 per cento e il 79 per cento o minorazioni ascritte dalla quota alla sesta categoria di cui alle tabelle citate nella lettera a);


c) il rimborso forfetario parziale delle spese necessarie alla trasformazione del posto di lavoro per renderlo adeguato alle possibilità operative dei disabili con riduzione della capacità lavorativa superiore al 50 per cento o per l'apprendimento di tecnologie di telelavoro ovvero per lo rimozione delle barriere architettoniche che limitano in qualsiasi modo l'integrazione lavorativa del disabile.

 
 
 
 
 

Guida | Contatti | Segnalazione Malfunzionamenti | Credits | TWITTER | Cookie Policy
Provincialavoro.it
Copyright 2002 - 2012 Provincia di Pesaro e Urbino